I benefici della pet therapy

SALUTE

Pubblicato il: 25/09/2018


pet teraphy cos'è

Come funziona la pet therapy

 

Con il termine pet therapy, coniato dallo psichiatra americano Boris Levinson nei primi anni ’60, ci si riferisce all’interazione uomo – animale in ambito medico, una tecnica dolce in cui cani, gatti e altri preziosi amici a quattro zampe hanno il ruolo di supportare il paziente e migliorare la risposta verso le terapie mediche tradizionali. Chi può beneficiare della pet therapy e quali giovamenti ha per la nostra salute? Continua a leggere e scopriamolo insieme!

 

Quali sono i vantaggi della pet therapy?

 

La pet therapy viene attivata soprattutto con bambini, anziani, persone con disabilità e disturbi psichiatrici. Con quali risultati? Ecco qui 4 benefici!

 

1- Riduce lo stress

La pet therapy viene utilizzata in presenza di stati d’ansia, depressione, irrequietezza e insonnia. La presenza dell’animale riduce il battito cardiaco e la pressione sanguigna, stimola le endorfine e i sorrisi, aumenta l’autostima e favorisce la socializzazione, senza pregiudizi.

2- Favorisce la socializzazione

Secondo diverse ricerche, la pet therapy incoraggia la fiducia e favorisce l’apertura a nuove esperienze, nuovi interessi e modi di comunicare. Favorisce le relazioni e stimola la comunicazione in soggetti con demenza senile, autismo e sindrome di Down. Gli animali favoriscono la piena espressione delle persone perché le emozioni vengono espresse attraverso una comunicazione profonda, basata su sincerità ed empatia.

3- Stimola l’apprendimento

La pet therapy favorisce la crescita positiva del bambino perché l’animale ha una grande valenza emotiva per lui: accarezzarlo e coccolarlo provoca un contatto fisico gradevole che stimola la creatività e la capacità di osservazione.

4- Riduce il dolore

La pet therapy rilassa la mente e il corpo liberandolo dallo stress e dal dolore fisicoLa relazione che si instaura con l’animale influisce positivamente sulla rilevazione di scale del dolore, battito e frequenza cardiaca, saturazione del sangue, e dona conforto nell’esecuzione del prelievo del sangue o visite specialistiche che possono provocare dolore, soprattutto ai bambini. 

 

La pet theraphy può sostituire altre cure?

 

La pet therapy nasce e si sviluppa con l’obiettivo di essere una terapia aggiuntiva che facilita e favorisce il decorso positivo delle altre terapie in atto. Quindi non può sostituire la cura farmacologica, la psicoterapia e fisioterapia. Le Linee Guida Nazionali, inoltre, raccomandano di coinvolgere negli interventi solo animali da compagnia (cani, gatti, conigli, asini e cavalli). Ogni animale deve possedere requisiti sanitari, comportamentali, attitudinali e di capacità, valutati e certificati da un veterinario esperto in pet therapy

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni