Come migliorare la memoria con la dieta

ALIMENTAZIONE

Pubblicato il: 11/10/2018


alimentazione e memoria

Come migliorare la memoria: i nutrienti alleati

Lo sai che l’alimentazione influenza non solo la salute in generale, ma anche la memoria? Sono numerose le ricerche che mettono in luce il legame tra la dieta e le funzionalità cognitive: per scoprire come migliorare la memoria a tavola e quali sono i cibi amici del cervello, continua a leggere!

 

Come migliorare la memoria a tavola

Uno studio australiano che ha coinvolto 4200 studenti dagli 8 ai 15 anni ha individuato una relazione tra il maggior consumo di verdura e il miglior rendimento scolastico. Stando allo studio, l’eccesso di bibite zuccherate, al contrario, sembra essere legato a punteggi più bassi. Quindi, non soltanto l’invecchiamento può riservare amare sorprese al nostro cervello che improvvisamente perde colpi e dimentica volti, nomi, eventi fondamentali. Questo può accadere anche alle persone giovani a causa di una alimentazione scorretta. Infatti, esistono cibi che danneggiano i percorsi neuronali e alimenti che aiutano la mente a rimanere in forma.

 

Come migliorare la memoria: 8 cibi amici

Ecco di seguito 8 cibi amici del cervello:

Le uova contengono colina, un coenzima essenziale che svolge la funzione di mantenere integra la struttura cellulare e le funzionalità del sistema nervoso.

La presenza di flavonoidi contenuti nel cioccolato fondente migliora la memoria di lavoro favorendo ragionamenti, calcoli matematici ed elaborazione delle informazioni visive.

Il caffè è fonte di antiossidanti che aiutano a mantenere giovane il cervello. Vitamina C e acido folico, presenti in buona quantità nei broccoli, influiscono positivamente sulla memoria, sulla concentrazione e sull’attenzione.

Le germe di grano contengono vitamina B6, folati e tiamina, sostanze utili a migliorare le prestazioni cognitive.

È stato dimostrato come il consumo quotidiano di curcuma nei soggetti predisposti a sviluppare il diabete di tipo 2 svolga una funzione protettiva nei confronti della memoria e delle capacità cognitive.

La frutta secca è ricca di acidi grassi Omega3 e Omega6, Vitamina E e B6, che mantengono attivo il sistema nervoso.

I pomodori, fonti di licopene, sono davvero utili per la salute del nostro cervello: ci aiutano ad ottimizzare le funzioni cerebrali, incominciando dalla conservazione dei ricordi.

Infine, sorseggiare tè verde è una sana abitudine perché è ricco di polifenoli, fondamentali nella lotta contro i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e dei processi degenerativi.

 

Leggi anche Dieta sana ed equilibrata.