Luci d’Artista

LIFESTYLE

Pubblicato il: 06/11/2018


Guida alle Luci d’Artista 2018-2019

 

Le Luci d’Artista più famose d’Italia sono tornate. Dal 31 ottobre 2018 al 13 gennaio 2019 il capoluogo piemontese si riaccende ancora una volta grazie alle sue preziose e installazioni d’arte contemporanea dislocate in molte piazze e strade. Per una passeggiata rigenerante dopo il lavoro, che fa bene agli occhi e all’anima, continua a leggere per scoprire la mappa di quest’anno!

Le Luci d’Artista illuminano Torino

La manifestazione, una vera e propria mostra d’arte contemporanea a cielo aperto – progetto della Città di Torino realizzato da IREN Energia Spa e Fondazione Teatro Regio Torino, con il sostegno di IREN, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo -, illumina le piazze e le strade di Torino. La ventunesima edizione prevede l’allestimento di 23 Luci d’Artista: 13 in centro e 11 in periferia. La rassegna, nata nel 1997, offre ai cittadini e ai turisti scenari inediti grazie al contributo creativo di artisti di fama internazionale che hanno realizzato un patrimonio significativo di opere luminose. La cerimonia di inaugurazione, avvenuta mercoledì 31 ottobre, si è svolta in via Giulio Gianelli – Giardino Pietro Rava (Circoscrizione 8), con il progetto Mi illumino anch’io a cura di Assemblea Teatro.

luci d'artista

Le Luci d’Artista nel centro città

Le Luci d’Artista che illuminano il centro città sono: Cosmometrie di Mario Airò in piazza Carignano; Tappeto Volante di Daniel Buren in piazza Palazzo di Città; Regno dei fiori di Nicola De Maria in piazza Carlina; Il Giardino Barocco Verticale di Richi Ferrero in via Alfieri 6 (Palazzo Valperga Galleani); L’energia che unisce si espande nel blù di Marco Gastini nella Galleria Umberto I; Migrazione (Climate Change) di Piero Gilardi nella Galleria San Federico. E ancora: Cultura=Capitale di Alfredo Jaar in piazza Carlo Alberto; Lui e l’arte di andare nel bosco di Luigi Mainolfi in via Carlo Alberto; Il volo dei numeri di Mario Merz sulla Mole Antonelliana; Concerto di parole di Mario Molinari in viale dei Partigiani; Vento Solare di Luigi Nervo in piazzetta Mollino; Palomar di Giulio Paolini in via Po e, infine, le figure rosse dell’opera Noi di Luigi Stoisa si intrecciano in via Garibaldi.

Le Luci d’Artista in periferia

Per l’edizione 2018-2019, la Città ha scelto di riportare le Luci d’Artista in periferia. Oltre ad Amare le differenze di Michelangelo Pistoletto, a Porta Palazzo, e Piccoli spiriti blu di Rebecca Horn al Monte dei Cappuccini, ogni circoscrizione viene impreziosita dalle Luci d’Artista. Sei circoscrizioni ne hanno una a testa: L’amore non fa rumore di Luca Pannoli in via Negarville; Volo su… di Francesco Casorati in via Di Nanni (circoscrizione 3); Benches di Jeppe Hein in piazza Risorgimento; in piazza Montale sono confermati i coni gelato, Ice Cream Light di Vanessa Safavi; in piazza Foroni debuttano le Vele di Natale di Vasco Are; in via Giulio di Barolo, Ancora una volta di Valerio Berruti. Nella circoscrizione 8, oltre alla novità del Pav, realizzata da Piero Gilardi, e a My Noon, è confermata la Luce Fontana Ruota di Gilberto Zorio.

 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni