Floriterapia

BENESSERE SALUTE

Pubblicato il: 07/11/2018


fiori di bach

Floriterapia di Bach

 

I Fiori di Bach, conosciuti anche come floriterapia, sono un rimedio naturale basato sulle sostanze energetiche estratte da fiori selvatici raccolti in luoghi incolti nelle prime ore del mattino, lasciati in immersione in acqua di fonte esposta al sole oppure fatta bollire. Una risorsa naturale dalle eccezionali potenzialità, in grado di favorire il benessere del nostro organismo e senza effetti collaterali. Vuoi scoprirne di più? Allora prosegui nella lettura!

Che cos’è la floriterapia?

La floriterapia di Bach prende il nome dal suo fondatore, Edward Bach, un medico di origine gallese nato nel 1886. Dopo una brillante carriera e una gravissima malattia, Bach decise di abbandonare la medicina ufficiale e di dedicarsi allo studio di alcune specie floreali utili alla salute psicofisica. Il presupposto su cui si fonda questa terapia naturale è il riequilibrio degli stati emozionali negativi, al fine di ristabilire la salute psichica e fisica. La prescrizione della miscela floreale avviene in base allo stato emotivo della persona, con attenzione ad eventuali influenze del passato sul presente.

Il principio della floriterapia

Bach giunge ad individuare 38 rimedi rimedi, classificati secondo 12 stati d’animo principali: paura, inquietudine, indecisione, indifferenza, scoraggiamento, debolezza, impazienza, orgoglio, disperazione, solitudine, stanchezza, preoccupazione. Si tratta dei cosiddetti 12 Guaritori, ai quali Bach aggiunse in seguito 7 Aiuti e 19 Assistenti. La floriterapia, quindi, si propone come una vera e propria medicina olistica che agisce su tutti i livelli dell’essere: fisico, emozionale, mentale e spirituale.

Scegliere i fiori in autonomia

floriterapia

Nella floriterapia, l’autoprescrizione è possibile solo in situazioni acute, vale da dire in stati di crisi emotiva momentanea. Per farlo occorre studiare i libri scritti dal dottore Bach e dai suoi allievi e studiosi e osservarsi in modo obiettivo. L’autoanalisi ha alcuni vantaggi: aiuta la persona a conoscersi meglio, ad occuparsi di più di se stessa, a diventare protagonista del proprio cambiamento e del proprio processo di riequilibrio. Tuttavia, da soli potremmo fare fatica ad individuare le problematiche e potremmo correre il rischio di lasciarci influenzare da ciò che leggiamo o dai questionari che si trovano online, facilmente equivocabili.

Il ruolo del floriterapeuta

Il floriterapeuta è un medico o un farmacista che ha frequentato corsi specifici e ha una solida preparazione in materia. Come tutti gli specialisti in terapie olistiche, ha grandi capacità empatiche, conosce le materie complementari (fitoterapia, gemmoterapia, omeopatia, ecc) e può suggerire rimedi ad azione sinergica. Attraverso una prima fase di ascolto, il floriterapeuta prepara una miscela floreale ad hoc, accompagnata da consigli di posologia e conservazione ed è disponibile per qualunque consiglio durante la terapia o quando la preparazione sta per finire.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni