Qi gong, l’antica disciplina orientale

BENESSERE SALUTE

Pubblicato il: 22/11/2018


Ritrovare l’equilibrio con il Qi gong

Il Qi gong (si pronuncia Ci Gong o Ci Kung) è una disciplina dalle radici molto antiche, sviluppatasi nell’ambito della Medicina Tradizionale Cinese, con lo scopo di curare il corpo e la mente. Definirla ginnastica è riduttivo, piuttosto è un modo per ritrovare la serenità psico-fisica e l’equilibrio: un insieme di esercizi di respirazione e concentrazione utili per il corpo, la mente e lo spirito. Per saperne di più leggi il nostro nuovo post!

Qi gong: come si pratica

Il Qi gong agisce in modo profondo aiutando a ritrovare il proprio centro, sentirsi più elastici e affrontare la quotidianità più energizzati e rilassati. Attraverso alcuni movimenti lenti e prolungati, da eseguire in piedi o seduti, si arriva ad acquisire una maggiore consapevolezza dell’energia che circola dentro e fuori dal nostro corpo. Generalmente, una lezione dura dai 45 minuti fino ad un’ora e mezza. Si inizia con alcuni esercizi preparatori di respirazione e stretching per poi passare alle posture, agli esercizi statici e infine ai movimenti veri e propri, a volte seguiti da una meditazione. Il Qi gong si pratica mediamente due volte alla settimana, seguendo un corso con un istruttore specializzato che insegna i movimenti corretti e presenta le teorie che stanno alla base di questa disciplina. L’ideale sarebbe praticarlo di prima mattina, magari all’aria aperta, e senza prima aver mangiato.

I benefici del Qi gong

Gli effetti positivi del Qi gong sono molti:

aiuta a correggere la funzione respiratoria,

aumenta la flessibilità e l’elasticità del corpo e delle articolazioni,

migliora la regolazione della pressione sanguigna,

favorisce la salute dell’apparato muscolo scheletrico, cardiovascolare e polmonare,

tonifica i tessuti.

Ma gli effetti si avvertono anche nello spirito:

insegna a coltivare la presenza e l’energia vitale,

aiuta a ridurre lo stress e l’irrequietezza mentale,

favorisce una condizione di calma, l’equilibrio e il benessere psicofisico,

contrasta l’insonnia,

diminuisce il livello di tossine,

rallentare il flusso dei pensieri.

Chi può praticarlo

Il Qi gong è un’attività benefica per tutte le età, non solo per la terza. In generale può essere utile per:

gli atleti amatoriali o di professione che accusano gli effetti collaterali dei movimenti forzati e ripetuti a lungo,

chi lavora alla scrivania o in posizioni stancanti,

gli anziani che non praticano sport,

le donne dopo il parto,

chi ha dolori articolari e difficoltà a praticare la ginnastica tradizionale,

chi soffre di sciatalgie o cervicalgie,

i cardiopatici che non possono praticare attività stressanti,

chi soffre di stati di stanchezza generale.

 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni