A cosa serve il magnesio

ALIMENTAZIONE BENESSERE

Pubblicato il: 27/11/2018


A cosa serve il magnesio e quando usarlo?

A cosa serve il magnesio? È un minerale fondamentale per chi pratica sport e una sua carenza può impattare seriamente sulle performance sportive. Essenziale per il funzionamento del nostro organismo, interviene in più di 300 funzioni cellulari del nostro corpo ed è a capo di numerosi processi: funzionamento degli organi, difese immunitarie e fissazione dei minerali. Scopri di più!

Magnesio, il minerale amico

Gli sportivi ne consumano in quantità maggiore rispetto alle persone sedentarie e in caso di carenza, fatica e irritabilità si insediano nella quotidianità facendo sì che le performance ne risentano, allungando poi i tempi di recupero. Chi pratica sport, soprattutto quelli di endurance che determinano un significativo aumento della sudorazione e la conseguente perdita di grandi quantità di sali minerali, ha una maggiore probabilità di incorrere in una carenza di magnesio se non presta particolare attenzione al suo pronto reintegro con l’alimentazione.

Magnesio, essenziale per l’organismo

La dose raccomandata di magnesio è pari a 240 mg al giorno, ma il fabbisogno se si fa attività sportiva intensa può essere anche maggiore. Anche se una dieta che includa diversi alimenti ad hoc ne garantisce un assorbimento di norma sufficiente, alcuni studi hanno dimostrato che supplire con 360 mg al giorno di magnesio per un mese può migliorare la potenza aerobica nei ciclisti, migliorando l’efficienza metabolica, motivo per cui in questi casi può avere senso considerare l’opportunità di un’integrazione mirata. Se si sceglie di ricorrere a un integratore di magnesio, è importante ricordare che si assorbe più facilmente a stomaco vuoto, meglio se abbinato alla vitamina C e al calcio, mentre le bevande gassate e i pasti ricchi di fibre possono inibirne l’assorbimento.

Gli alimenti che lo contengono

magnesio

Irritabilità, ansia e stanchezza possono essere associati a una carenza di magnesio: come fare per prevenirne lo scompenso?La maggiore concentrazione di magnesio si ha nei legumi, nei cereali integrali (tutti i cibi non raffinati ne contengono un buon quantitativo), nei vegetali freschi a foglia verde, nella frutta secca e nelle banane. Altri alimenti importanti sono i carciofi e la bieta, mentre è scarsamente rappresentato nel pesce, nel latte e nelle carni, con l’eccezione di pollo e tacchino che ne forniscono in discreta quantità. Il vero record viene però raggiunto dalla frutta secca, in particolare dalle mandorle e dagli anacardi che contengono circa 260 mg/100 g, mentre nocciole, pistacchi e noci vanno dai 160 ai 120 mg/ 100 g.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni