I benefici del nuoto

BENESSERE SALUTE

Pubblicato il: 10/12/2018


Gli 8 motivi per praticare nuoto almeno una volta a settimana

Durante l’autunno molte persone iniziano a dedicare del tempo all’attività fisica: in questo periodo fioccano le iscrizioni in palestra e ai vari corsi. Se hai ancora dubbi su quale sport orientarti, sappi che il nuoto è una delle migliori attività per rimettersi in forma. L’acqua è un elemento essenziale per gli esseri umani e la vita ed esercita un effetto tonificante non soltanto sul corpo. Dopo una nuotata in piscina ci si sente energici, carichi, entusiasti, con tanta voglia di affrontare al meglio la giornata. Il nuoto, da sempre definito come “lo sport più completo”, in effetti ha una serie di benefici straordinari sia da un punto di vista estetico che salutistico. Se praticato regolarmente, dona nuova energia al cuore e ha ricadute benefiche sulla silhouette e contro lo stress. Dal rafforzamento della muscolatura agli effetti estetici, dal rilassamento al miglioramento della capacità cardiovascolare: scopriamo assieme tutti i benefici del nuoto, uno sport davvero unico!

Fa bene al cuore

Contribuisce a ridurre la pressione arteriosa e a migliorare i livelli di glucosio e di grassi nel sangue, riducendo il rischio di malattie cardiovascolari quali infarto e ictus. Attraverso una pratica regolare, la potenza del cuore aumenta e il rischio di insorgenza di alcune malattie cardiovascolari si riduce. La regola d’oro è procedere per gradi: nuotare con calma per una ventina di minuti, riposarsi qualche istante e ripartire, senza forzare i tempi.

Rafforza i muscoli

Poiché l’acqua oppone una resistenza maggiore rispetto all’aria, il nuoto impone l’utilizzo di tutti i gruppi muscolari, rinforzandone il tono e armonizzandone l’attività. L’ideale sarebbe praticare nuoto almeno una, due volte a settimana.

Risparmia le articolazioni

Grazie al sostegno offerto dall’acqua, il nuoto non richiede sforzi bruschi e controproducenti in caso di disturbi articolari, come lombalgie o traumi pregressi. È un’attività dolce che aiuta a rafforzare le ossa e l’apparato scheletrico, utile soprattutto dopo la menopausa.

Aiuta a bruciare calorie

Comporta un grande dispendio energetico e, dopo una quarantina di minuti, mobilita le riserve di grasso, aiutando a tenere sotto controllo il peso. In media un nuotatore consuma tra le 400 e le 500 kcal/ora, anche se il consumo dipende da diversi fattori come la distanza percorsa, lo stile, l’intensità, la temperatura dell’acqua e il peso. La bella notizia è che i muscoli, una volta allenati, bruciano più calorie anche a riposo perché l’attività migliora il metabolismo durante e dopo lo sforzo.

Sviluppa la coordinazione

Il nuoto è una pratica fisica ottima per armonizzare i vari processi parziali che avvengono nel movimento. L’azione combinata di braccia, gambe e testa è tenuta da una gestione consapevole del respiro. Tra i benefici del nuoto è che praticandolo si ha un approccio completamente diverso dal lavoro con la gravità e, se si viene seguiti da un istruttore o un’istruttrice, si ha la possibilità di avvicinarsi gradualmente al modello di movimento preciso, quale che sia lo stile scelto.

Libera la mente

Nuotare migliora l’autostima, aiuta a gestire meglio lo stress e ha un potere rigenerante. Quando si nuota la mente è concentrata sull’azione e ciò consente ai pensieri angoscianti di arrestarsi lasciando spazio a un’energia positiva che sprigiona vitalità e positività a tutto l’organismo. Recenti studi hanno dimostrato che coloro che nuotano con regolarità sviluppano concentrazioni più elevate di beta-endorfine rispetto a chi non pratica alcun sport. Inoltre, che venga praticato in piscina o al mare, promuove la socializzazione rendendo piacevole il ritrovo con gli altri e stimolando nuove amicizie.

Facilita il sonno

Tra i benefici del nuoto, non va trascurato un miglioramento della qualità del sonno, grazie alla produzione di serotonina, l’ormone del benessere che regola efficacemente il ciclo tra sonno e veglia.

Rende longevi

I ricercatori della South California University hanno condotto uno studio che dimostra che chi sceglie il nuoto ha un rischio di morte inferiore anche del 50% rispetto a coloro che scelgono la corsa e la camminata o a chi non pratica nessuno sport. Gli esperti ritengono che, dal punto di vista della longevità, i benefici del nuoto siano utili sia per gli uomini sia per le donne.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni