Ortaggio del mese: il radicchio

ALIMENTAZIONE

Pubblicato il: 03/01/2019


Le proprietà del radicchio

Estremamente versatile in cucina, il radicchio è un ortaggio dalle mille proprietà. Caratterizzato da un tipico gusto amarognolo, dovuto alla presenza dell’acido cicorico, ci aiuta a prevenire le malattie dell’invecchiamento e ha numerosi altri benefici: scopriamoli insieme!

Radicchio: i vantaggi per la salute

Ricco di sali minerali e vitamine

Il contenuto di sali minerali rende il radicchio un buon remineralizzante. In particolare, contiene sostanze preziose come potassio, fosforo, magnesio, zinco, calcio, ferro, sodio, rame e manganese, vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina P e vitamina K.

È un potente depurativo

Il radicchio è noto per le sue virtù depurative e digestive. L’effetto disintossicante e di stimolazione della depurazione dell’organismo dalle tossine (agendo sulle funzioni del fegato) è determinato proprio dal tipico sapore amarognolo di questa verdura. Le sostanze amare stimolano la produzione di bile e i succhi gastrici, favorendo la diuresi, la digestione e aiutando l’attività di fegato e stomaco.

Concilia il sonno

Anticamente, le foglie delle varietà selvatiche di radicchio venivano consumate crude come rimedio per l’insonnia. In effetti, questo ortaggio contiene piccole quote di triptofano, precursore della serotonina, considerato utile per migliorare l’umore e attenuare i disturbi del sonno.

Utile per il sistema intestinale

Il buon apporto di cellulosa, di cui è caratterizzato il radicchio, lo rende un ottimo rimedio per la stitichezza e per favorire lo sviluppo di un’adeguata flora batterica intestinale.

È un antiage naturale

Oltre ad avere un buon apporto di vitamine, il radicchio è caratterizzato dall’ottimo rapporto tra elementi a effetto antiossidante (acido folico, calcio e potassio), principi depurativi e polifenoli. La presenza di questi elementi lo rendono un alimento antiossidante, in grado di prevenire l’invecchiamento precoce.

Benefico per l’apparato cardiovascolare

Le verdure rosse, come il radicchio, devono il loro colore agli antociani (polifenoli che hanno proprietà antinfiammatorie, antiallergiche e antivirali), sostanze in grado di inibire l’azione di alcuni enzimi coinvolti nella demolizione delle fibre di elastina e collagene, che compongono la parete dei vasi sanguigni. Inoltre, va ricordato che la vitamina C è precorritrice del collagene dell’endotelio vascolare, utile per rafforzare i vasi sanguigni.

 

 

 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni