Yoga cervicale

BENESSERE SALUTE

Pubblicato il: 14/01/2019


esercizi yoga schiena e cervicale

Combattere la cervicale con lo yoga

Soffri spesso di torcicollo, problemi alla schiena o alla cervicale? Hai già provato tanti rimedi per la tua cervicalgia, ma nessuno sembra funzionare efficacemente? Allora non perderti questo articolo perché potrebbe aiutarti! Scopri tutti i benefici dello yoga per la cervicale nelle righe che seguono.

Yoga cervicale: a chi è utile

Lavorare ore e ore davanti al pc, assumere una postura sbagliata, il freddo e lo stress sono solo alcuni dei fattori che possono causare l’insorgenza della cervicale. Così può succedere di alzarsi dal letto e avvertire il collo completamente bloccato. Un dolore fastidioso, che parte dalla base della testa e spesso si estende alle braccia e alle spalle. Molte persone avvertono anche problemi alla vista, formicolii, rigidità del collo, tachicardia e vertigini. In effetti, la parte alta della schiena è una zona molto delicata. Ma può però provare con lo yoga. Questo sport ha diversi benefici, tra cui il dimagrimento. È soprattutto indicato per chi fa un lavoro abbastanza sedentario e sta ore ed ore fermo al computer o a compilare dei documenti.

Bhujangasana, la posizione del cobra

La posizione del cobra è un toccasana per la zona cervicale. Si tratta di un semplice piegamento all’indietro che permette alla gabbia toracica e alle spalle di aprirsi completamente. Per eseguirla, stenditi a terra, porta le braccia in avanti, tieni le mani ben piantate a terra e stenditi indietro permettendo alla gabbia toracica e alle spalle di distendersi completamente. Mantieni la posizione per qualche minuto e respira profondamente.

Utthita Trikonasana, la posizione del triangolo esteso

Grazie a questo asana vengono sviluppati e riequilibrati i muscoli che permettono alla testa di girarsi lateralmente, che sono proprio quelli che molto spesso si infiammano. Inizia con la posizione della montagna, inspira profondamente, allontana le gambe e solleva le braccia lateralmente alla stessa altezza delle spalle. Ruota il piede destro di 90° a destra, mentre il piede sinistro rimane girato leggermente a sinistra. Piegati verso destra, mantenendo le gambe distese. Alza il braccio sinistro, poi stabilizza la pozione contraendo le gambe e sollevando le rotule. Mantieni la posizione fino a un minuto, quindi ripeti dall’altro lato.

Maryariasana, la posizione del gatto

Yoga cervicale? Per sciogliere le tensioni del collo prova la posizione del gatto. Inarca la schiena durante l’inspirazione e alza il busto sollevando il mento. Allontana le spalle dalle orecchie e tieni il petto ben aperto. Raddrizza la schiena per formare una gobba piegando la testa in basso, come se dovessi guardarti l’ombelico.

Sarvangasana, la posizione della candela

Questo esercizio allunga le cervicali favorendo l’irrogazione della zona cerebrale. Distenditi a terra in posizione supina, alza completamente le gambe e il bacino aiutandoti con le mani, appoggiate all’altezza dei reni. Con il capo cerca di guardarti l’ombelico. Per mantenere più facilmente l’equilibrio, tieni i gomiti ben saldi a terra. Cerca di mantenere la posizione per più di due minuti.

Uttanasana, piegamento in avanti in piedi

Dalla posizione in piedi, cala il busto e la testa abbracciandoti letteralmente le gambe. La testa dovrebbe arrivare più o meno ad altezza ginocchia, non piegarle. Se non ce la fai non sforzarti.

 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni