Fare sport ringiovanisce il cervello

BENESSERE SALUTE

Pubblicato il: 22/01/2019


perché fare sport fa bene

La ricerca pubblicata su Neurology

Che fare sport faccia bene ormai è assodato. Ma i ricercatori hanno scoperto che ci rende anche più giovani. Infatti, bastano appena sei mesi di esercizio fisico per ottenere un’età biologica di 9 anni inferiore rispetto alla propria. A darci questa notizia è uno studio pubblicato di recente su Neurology. Qual è l’attività più adatta? Andiamo per punti.

Il campione di studio

Lo studio si è concentrato su quegli individui che, pur non soffrendo di demenza, lamentano un indebolimento delle funzioni mentali (difficoltà di concentrazione, di memoria e a prendere decisioni). La buona notizia è che, stando ai ricercatori, è sufficiente fare sport 35 minuti al giorno per recuperare nove anni di elasticità mentale. In soli sei mesi, praticando fitness regolarmente, si possono migliorare la propria abilità cognitive.

Lo studio

La ricerca ha coinvolto 160 volontari intorno ai 65 anni, a rischio di malattie cardiovascolari, non abituati a fare attività fisica quotidiana e che lamentavano lievi deficit cognitivi. In particolare, gli studiosi hanno sottoposto alcuni di loro a una dieta ricca di fibre e vegetali, ma povera di derivati animali, studiata per le persone che soffrono di pressione alta. Ad altri è stato richiesto di fare sport per almeno 35 minuti al giorno. Altri ancora hanno seguito sia la dieta sia il regime di allenamento dei gruppi precedenti. Infine, un gruppo di controllo, riceveva solamente una consulenza telefonica relativa all’alimentazione, senza dover cambiare le abitudini.

I risultati

A tutti i partecipanti è stato sottoposto un test di valutazione cognitiva sia all’inizio dell’esperimento sia alla fine. Al termine dei sei mesi, i ricercatori hanno constatato che chi si era dedicato all’attività fisica, tra una sessione e l’altra migliorava di circa una decina di punti il proprio risultato.

L’attività fisica consigliata

Fare sport, sì, ma quale? L’attività ideale consiste in dieci minuti di riscaldamento seguiti da 35 minuti di esercizio aerobico, come corsa o ciclismo. La ricerca riporta che all’inizio i volontari indicavano un’età cognitiva media di 93 anni, 28 in più di quella biologica. Dopo soli sei mesi, il gruppo che aveva seguito sia la dieta sia il programma di allenamento, si avvicinava agli 84 anni. Ancora oltre l’età anagrafica, ma comunque in miglioramento. Per coloro che invece non avevano seguito né dieta né esercizio fisico, il punteggio è peggiorato esattamente dei sei mesi trascorsi dal primo test.

Fare sport, curando l’alimentazione

Ancora una volta, si evince che i risultati migliori si raggiungono unendo dieta e attività fisica. I soggetti finora coinvolti in questo studio sono pochi per valutare i risultati senza le dovute precauzioni. Ma sono già previste nuove ricerche e un periodo di rilevazione più lunga.

Leggi anche Correre con la musica riduce la fatica. 

 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni