Dieta per bambini: gli abbinamenti per crescere bene

GENITORI E FIGLI

Pubblicato il: 28/01/2019


alimentazione bambini

L’alimentazione più corretta per i piccini

Cosa devono mangiare i più piccoli? Qual è la miglior dieta per bambini? L’ideale è fare cinque pasti al giorno: colazione, spuntino a metà mattina, pranzo, merenda e cena. Importante, poi, è variare l’alimentazione e non portare in tavola sempre gli stessi piatti. Ma andiamo con ordine!

Dieta per bambini: la colazione

Secondo gli esperti del Bambino Gesù di Roma, nel magazine “A scuola di Salute”, i punti fondamentali della dieta per bambini sono tre: la colazione non si salta, lo spuntino di metà mattina va fatto in modo equilibrato, i pasti principali devono essere completi (carboidrati, proteine, verdura e frutta). Per avere la carica giusta per affrontare la scuola e le attività giornaliere, bisogna sempre cominciare con una colazione sana ed energetica. Eppure, il 33 per cento dei bambini fa una colazione scarsa e l’8 per cento la salta. Come rimediare? Cenando in modo equilibrato e andando a letto a un orario consono all’età, per svegliarsi con appetito. L’ideale è cominciare con un mix di carboidrati, fibre, proteine, grassi, vitamine e sali minerali. In altre parole: pane con miele, marmellata o cioccolato spalmabile, da abbinare a latte, yogurt bianco o bevande vegetali cui aggiungere una porzione di frutta fresca. In alternativa: pancake, cereali, biscotti, fette biscottate, ricotta, un uovo o un affettato magro.

Dieta per bambini: lo spuntino

A metà mattina e a metà pomeriggio serve uno spuntino, misurato nella quantità. Via libera alla frutta fresca e secca di stagione, torta rustica di verdure, yogurt, spremute o centrifugati di frutta e verdura e, saltuariamente, un prodotto da forno confezionato o biscotti secchi. Meglio evitare budini, bevande gassate zuccherate, panini con affettati o formaggi, patatine fritte e fritti industriali.

La cena

Nella dieta per bambini, la cena deve essere a base di piatti semplici e leggeri, composti da una quota adeguata di carboidrati e proteine. Meglio favorire carni o formaggi magri e inserire le verdure come contorno o ingrediente di piatti unici.

Leggi anche Come prevenire il raffreddore. 

 

 

 

 

 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni