Rimodellarsi con la Reax Chain

BENESSERE

Pubblicato il: 27/02/2019


reaxing

L’allenamento che utilizza la capacità del corpo di reagire agli imprevisti

La maggior parte dei sistemi di allenamento prevede esercizi predefiniti e schemi codificati che allenano i muscoli e rinforzano le articolazioni, ma non abituano il corpo ad adattarsi e a reagire a sforzi diversi da quelli convenzionali. Le perturbazioni improvvise e imponderabili sono la chiave di volta di una nuova tendenza del fitness, una forma di training che si chiama Reaxing e che, sfruttando un attrezzo particolare, la Reax Chain, si propone di sviluppare la rapidità delle reazioni del nostro sistema neuro-muscolare. Curioso di saperne di più? Continua a leggere!

Che cos’è la Reax Chain

Uno degli attrezzi più innovativi utilizzati nel sistema di allenamento funzionale si chiama Reax Chain. Consiste in una catena di anelli flessibili, snodati e morbidi che può essere usata in svariati modi, come kettlebell, come manubrio, come bilanciere o come bulgarian bag. È uno degli strumenti più versatili della linea Reaxing: leggero, compatto ed economico, consente di allenarsi in molti modi stimolando caratteristiche diverse come forza, equilibrio e resistenza. La Reax Chain può essere impugnata, lanciata come un kettlebell, stretta o piegata.

Un peso mutante

Disponibile in più varianti di peso (da 1 a 8 kg) e di lunghezza (2 o 5 anelli), si utilizza come sovraccarico in una gamma pressoché infinita di esercizi. Può essere indossata o afferrata in vario modo. La Reax Chain si può ancorare al corpo durante le sequenze di movimenti a corpo libero, ma può anche essere usata al posto di una kettlebell, di un manubrio o di un bilanciere. O ancora, può essere lanciata e fatta roteare intorno a chi la usa.

Come e quando si usa la Reax Chain

Come funziona e che cosa ha di innovativo la Reax Chain? Comunque venga usata emerge la sua instabilità dinamica, perché si muove, oscilla, cambia forma e destabilizza l’utilizzatore, alterando le ripetizioni di ogni movimento. Quindi richiede grande reattività e, allo stesso tempo, migliora l’attivazione muscolare e l’equilibrio. Può essere utilizzato nei corsi di training funzionale (anche a circuito), come accessorio nelle lezioni di indoor cycling o di walking, negli allenamenti in coppia, con il personal trainer o a casa propria.

Leggi anche Tenersi in forma: gli esercizi da fare a casa.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni