Frutta e verdura di aprile

ALIMENTAZIONE

Pubblicato il: 01/04/2019


frutta di stagione

I suggerimenti di stagione per la tavola

Con l’arrivo della primavera il sole torna a splendere e la natura ci regala profumi e sapori nuovi. Sui banchi dei mercati compaiono nuove primizie: asparagi, fave, piselli, taccole e non solo. Scopri qui di seguito tutti i consigli affinché non manchino frutta e verdura di aprile nelle tue buste della spesa e ai fornelli. Buona lettura!

La frutta del mese di aprile

Durante l’inizio della primavera siamo attratti dai colori accesi dei primi frutti maturati al sole, ma sui banchi del nostro ortolano di fiducia possiamo ancora notare qualche specialità invernale, come gli agrumi (arance, limoni, pompelmo) e kiwi, importanti fonti di vitamine e carotenoidi, come il beta-carotene e il licopene. Finalmente arrivano le fragole, estremamente idratanti e ricche di fibre e di enzimi capaci di attivare il metabolismo dei grassi. L’elevato contenuto di vitamina C, inoltre, favorisce l’assorbimento del ferro e la produzione di collagene, sostanza che migliora l’elasticità della pelle e aiuta a contrastare l’insorgere delle rughe. Fanno la loro comparsa anche le nespole, diuretiche e ipocaloriche, ricche di vitamine del gruppo B, A e di sali minerali utili a regolare il fegato e l’attività intestinale.

La macedonia a tutto benessere

Per una macedonia a tutto benessere, sperimenta i gusti di primavera insieme alle mele e alle pere, due frutti invernali versatili e graditi da tutta la famiglia. Le mele, in particolare, sono ideali per chi deve tenere sotto controllo colesterolo e glicemia, favorendone la regolazione e la diminuzione dei livelli nel sangue. Sono ricche di acqua, proteine, sali mineralipovere di grassi e svolgono un effetto regolatore sulla flora batterica intestinale. Le pere, grazie all’alto contenuto di polifenoli, esercitano un’azione antiossidante e di protezione nei confronti dei radicali liberi, favorendo l’elasticità e la tonicità delle pareti dei vasi sanguigni. Indicate nelle diete iposodiche, grazie alla presenza di boro aiutano a trattenere il calcio e contrastare i danni provocati dall’osteoporosi.

La verdura di aprile

Perché non iniziare il pasto con un’insalata fresca? Aggiungi ai tuoi ortaggi preferiti anche i cetrioli e i peperoni crudi (ricchi di acqua, betacarotene e altri carotenoidi, fibre e sali minerali). I cetrioli sono ipocalorici e depurativi, contengono vitamine e minerali utili a favorire la corretta digestione e i processi metabolici del fegato. Mentre i principi contenuti nella loro buccia, stimolano le funzioni del pancreas e aiutano a regolare la glicemia.

Il mese di aprile ci offre anche fave, fagiolini e piselli: tutti alimenti dal buon contenuto di ferro, fondamentale per il trasporto dell’ossigeno nel sangue e per la formazione dei globuli rossi, e di acido folico, che supporta le funzioni del sistema nervoso e aiuta la sintesi di DNA e RNA. Contengono inoltre manganese, utile nella prevenzione di artrite e osteoporosi e nel supportare la funzionalità del sistema nervoso, endocrino e immunitario.

In arrivo anche le melanzane, fonte unica di antiossidanti: ideali per diminuire il colesterolo nel corpo, migliorano il flusso sanguigno, prevengono lo stress ossidativo e favoriscono la salute del cuore. Infine, grazie all’alta concentrazione di vitamine del gruppo B, agevolano il corretto funzionamento del sistema nervoso centrale e il buon equilibrio ormonale ed epatico.

Disintossicarsi con gli asparagi

Chiusa la porta all’inverno, in tavola non possono mancare gli asparagi, perfetti per depurare l’organismo dalle tossine accumulate nei mesi passati. Ricchi di proprietà benefiche, sono importanti alleati nella prevenzione di numerose patologie, tra cui il diabete di tipo 2. Grazie al contenuto di cromo, gli asparagi contribuiscono a diminuire i livelli di glucosio nel sangue e a migliorare la produzione di insulina. Inoltre, l’asparagina funge da diuretico naturale, eliminando il sodio in eccesso, mentre il potassio regola la pressione sanguigna e aiuta il buon funzionamento del sistema nervoso e cardiovascolare.

 

 

 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni