Orologi per fitness, sono attendibili?

BENESSERE SALUTE

Pubblicato il: 03/04/2019


Gli orologi sportivi in sei domande

Anche il settore fitness sta vivendo una rivoluzione tecnologica. Dai passi al battito cardiaco, si moltiplicano gli strumenti in grado di monitorare molti aspetti dell’attività fisica e quotidiana. Ma che cosa dice la scienza a questo proposito? Continua a leggere per scoprire sei curiosità sugli orologi fitness!

1) Sostituiscono il medico?

In passato, alcuni studi scientifici hanno criticato la poca precisione degli orologi per fitness utilizzati per monitorare l’andamento del cuore durante l’attività fisica. Effettivamente non sono affidabili come un elettrocardiogramma, ma non pretendono nemmeno di esserlo. Va detto, comunque, che negli ultimi anni stanno diventando sempre più precisi, mentre continuano ad avere un margine di errore più elevato nel calcolo delle calorie spese.

2) Sono utili per la prevenzione?

Gli stessi produttori invitano a utilizzare fitness tracker e smartwatch come guide per comprendere il proprio corpo e non come strumenti medici. In quanto tali, possono aiutare gli sportivi a capire come lavora il proprio cuore e, di conseguenza, a rivolgersi a uno specialista.

3) Servono solo agli sportivi?

I dispositivi presenti sul mercato hanno sempre più funzionalità. Alcuni modelli effettuano una rilevazione notturna del battito cardiaco, monitorano il sonno (REM, leggero e profondo) e il ciclo mestruale. Ma c’è di più: alcuni medici li utilizzano anche per controllare che i pazienti con sclerosi multipla seguano la terapia fisica consigliata e presto potrebbero essere impiegati anche nella prevenzione della demenza senile e in gravidanza.

4) Sono adatti ai bambini?

Da qualche tempo si trovano in commercio anche nuovi modelli di orologi per fitness pensati per i più piccoli. Possono servire ai genitori per monitorare il livello di sedentarietà dei figli che, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, dovrebbero svolgere almeno un’ora di attività fisica al giorno e avere uno stile di vita più attivo.

5) Migliorano l’umore?

Per il momento non esistono smartwatch in grado di monitorare il benessere psicologico, ma spingendo a una vita più attiva, implicitamente, influiscono anche sull’umore. Com’è noto, infatti, chi svolge attività sportiva è mediamente più felice e vive più a lungo di chi è sedentario.

6) Il calcolo delle calorie è preciso?

Come abbiamo anticipato,  il margine di errore medio dei dispositivi indossabili è più elevato nell’esame delle calorie bruciate rispetto che nella misurazione del ritmo cardiaco. Questo perché ogni singolo orologio per il fitness utilizza un proprio algoritmo per stimare in maniera indiretta il consumo calorico. Ma i fattori che incidono su questo calcolo sono molti: la forma fisica, il peso e l’altezza solo per citarne alcuni.

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni