Come gestire il tempo libero dei bambini?

GENITORI E FIGLI

Pubblicato il: 11/04/2019


tempo libero con i bambini

L’importanza del tempo libero durante l’infanzia

Le attività extrascolastiche sono fondamentali nel percorso di crescita dei bambini. Aiutano ad alimentare la creatività, a socializzare e hanno diversi altri effetti positivi, a patto che vengano gestite senza stress da tutti, compresi i genitori. Tuttavia, non tutti i piccoli sono curiosi di cimentarsi in allenamenti o lezioni di musica, oppure tendono ad annoiarsi facilmente. Quale dev’essere il ruolo genitoriale in questi casi? Ecco qui alcuni consigli!

Una scelta condivisa

Man mano che i figli crescono è importante incentivarli a svolgere un’attività extrascolastica che possa aiutarli a socializzare in ambiti non familiari, a misurarsi con se stessi e con gli altri, a diventare autonomi e a divertirsi. A patto che la scelta dell’attività da svolgere sia condivisa anche dai piccoli di casa e sia di loro gradimento. Ricorda, inoltre, che in una prima fase lo sport deve servire solo come salutare passatempo: per i trofei e i primi ci sarà tempo! Leggi anche L’importanza dello sport nella crescita dei bambini.

Meglio un’attività vicino a casa

Che si tratti di un’attività sportiva, di un corso di musica, di teatro o qualsiasi altra attività extrascolastica, punta su qualcosa che sia nei paraggi di casa o comodo per tutta la famiglia. Se possibile evita lo stress di lunghe trasferte in mezzo al traffico per non correre il rischio perdere presto la motivazione. Leggi anche Qual è lo sport più adatto per i bambini e a che età iniziare?

Modula l’aspetto agonistico

Durante l’infanzia, svolgere un’attività sportiva a livello agonistico comporta dei vantaggi: indirizza l’aggressività, favorisce l’autoaffermazione e insegna a sopportare le frustrazioni e a gestire le emozioni. Questo aspetto, però, va modulato con attenzione per non incrementare nei bambini ansia, egoismo, insicurezza e stress. Ricordati che fare sport significa primariamente crescere in modo sano, muoversi, divertirsi e giocare insieme a nuovi amici. Tutto il resto è un di più. Leggi anche Karate e bambini, un binomio che funziona.

Il tempo libero non è tempo perso

Se, come abbiamo visto, svolgere un’attività extrascolastica è fondamentale per la crescita dei bambini, non bisogna nemmeno sfociare nell’estremo opposto e riempire l’agenda dei piccoli di casa con tanti impegni. Non confondere il tempo libero dei bambini con il tempo perso: come evidenziano numerosi studi scientifici, rallentare i ritmi permette ai piccoli di sperimentare la creatività e dedicarsi al gioco libero e improvvisato, utile a sviluppare le abilità linguistiche, il funzionamento esecutivo e a perseguire i propri obiettivi. In questo senso, il gioco non è un passatempo banale, ma un’attività essenziale, alla base dello sviluppo dei bambini.

 

 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni