Sudando si dimagrisce e altri 4 falsi miti

BENESSERE

Pubblicato il: 12/04/2019


se sudi dimagrisci

Cosa dice l’Istituto Superiore della Sanità

“Sudando si dimagrisce”, “per dire addio alla pancetta bastano gli addominali, “l’attività fisica in gravidanza è pericolosa” sono solo alcune delle affermazioni che tutti noi, almeno una volta, abbiamo avuto occasione di sentire. Sono attendibili? Facendo riferimento al portale IssSalute dell’Istituto Superiore della Sanità, mettiamo qualche punto fermo ad alcune fra le credenze popolari più diffuse. Scopri di più nelle righe che seguono!

Sudando si dimagrisce?

Molte persone sono convinte che sudando si perda peso. Da qui deriva, ad esempio, la tendenza a utilizzare materiale plastico durante l’allenamento. In realtà, il dimagrimento non è dato dalla sudorazione, ma dalle calorie consumate durante l’attività. Attraverso il sudore perdiamo liquidi e sali minerali (per questo è molto importante reintegrarli bevendo durante e dopo l’allenamento), ma non il grasso. Leggi anche Come scegliere lo sport giusto. 

L’attività fisica in gravidanza è pericolosa?

Durante la gravidanza, svolgere un’attività fisica leggera, come fare lunghe passeggiate, ha numerosi effetti positivi. Se praticavi già sport e sei ben allenata, puoi continuare, previa valutazione medica, evitando le attività associate a un certo livello di rischio. Se non hai mai fatto sport, invece, non strafare: aumenta gradualmente la durata e l’intensità dell’attività. Attraverso il movimento migliori il tono dell’umore, mantieni la forma fisica, previeni il mal di schiena, riduci il rischio di diabete gestazionale e quello di vene varicose e gonfiore di mani e piedi. Leggi anche Sport in gravidanza: quale scegliere. 

L’esercizio fisico è efficace solo se doloroso?

Non è vero che, se durante l’attività fisica non si sente dolore, non si sta lavorando bene. Chi pratica un’attività fisica regolare può svolgere esercizi anche molto intensi senza avvertire alcun dolore. Anzi, tra le possibili cause del fastidi avvertiti durante l’allenamento vi sono contratture, stiramenti o strappi, molto frequenti tra gli sportivi, con un’incidenza tra il 20-30 per cento. Come prevenire questi incidenti? Seguendo un riscaldamento prima dell’allenamento ed esercizi di allungamento muscolare dopo l’attività fisica.

Gli addominali fanno perdere la pancetta?

Molte persone eseguono tanti addominali nella speranza di far scomparire il grasso localizzato sulla pancia. In realtà, per ridurlo, è indispensabile un’azione congiunta tra attività fisica aerobica (nuoto, jogging, biciletta, ecc) una dieta equilibrata, come quella mediterranea, ed esercizi mirati. Per avere un ventre piatto e tonico, inizia gradualmente un programma di allenamento: vedrai quanti benefici otterrai anche sulla postura e il mal di schiena!

Lo sport è adatto solo ai giovani?

Molti anziani pensano che l’attività fisica vada praticata da giovani e che alla loro età non se ne tragga alcun beneficio, anzi che possa rappresentare un pericolo. Una costante attività fisica, invece, aiuta a rallentare il processo di invecchiamento e migliora la qualità di vita  perché riduce i sintomi e le conseguenze di eventuali patologie presenti, migliora le funzioni cognitive, aumenta la forza e la massa muscolare ed evita situazioni di isolamento e solitudine. Non solo: gli anziani regolarmente attivi hanno minor frequenza di patologie cardiovascolari e osteoarticolari, diabete, depressione e limitazioni funzionali, rispetto a quelli che conducono una vita sedentaria.

 

 

 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni