Perché praticare l’arrampicata sportiva

NEWS

Pubblicato il: 29/05/2019


arrampicata sportiva benefici

Lo sport che fa bene al corpo e alla mente

Dopo anni di attese, l’arrampicata sportiva farà parte del programma olimpico delle XXXII Olimpiadi a Tokyo, nel 2020. Il Movimento Olimpico, così, apre ufficialmente le porte a cinque nuovi sport, senza ridurre quelli esistenti: karate, skateboarding, surfing, baseball/softball e, appunto, l’arrampicata sportiva. Che sia praticato in palestra, su pareti artificiali o naturali, il free climbing è uno sport di destrezza che aiuta ad aumentare l’autostima e ha numerosi altri benefici. Continua a leggere per saperne di più!

L’arrampicata sportiva alle Olimpiadi

Nata ufficialmente nel 1985 a Bardonecchia, l’arrampicata sportiva vanta un numero di appassionati sempre più numeroso. Alcuni adepti si fermano alla pratica in palestra, mentre altri amano osare su roccia e pareti naturali. Alle Olimpiadi di Tokyo 2020, per la prima volta nella storia, 40 atleti si sfideranno in questa disciplina. Non solo: Parigi 2024 ne ospiterà 72, con dodici medaglie in palio (6 per la Speed, 6 per la Combinata). È chiaro che quella che un tempo era considerata un’attività di nicchia, si è trasformata in una pratica sportiva sempre più amata dalle donne e dagli uomini di tutte le età.

Chi può praticarla

L’arrampicata sportiva è un’attività adatta a tutte le età. L’importante è avere un apparato cardio-respiratorio efficiente e non essere portatori di problematiche a livello muscolo-scheletrico o articolare. Nei bambini, aiuta a fare propri gli schemi motori di base, la coordinazione e l’equilibrio. Secondo Federclimb le donne sono circa il 40 per cento degli iscritti ai centri di arrampicata indoor.

I benefici dell’arrampicata

Praticare l’arrampicata rafforza l’autostima, così come la capacità di concentrazione, di valutazione e di risoluzione dei problemi. Quando viene svolta outdoor, l’effetto benefico sulla nostra psiche viene amplificato dal contatto con la natura: si abbassa il livello di stress, aumentano le endorfine e la sensazione di benessere. Il free climbing rinforza quasi tutti i gruppi muscolari: gambe, braccia, core (la fascia tra addominali, lombari e glutei), mani e piedi. Favorisce l’elasticità, l’allungamento, l’equilibrio, il fiato e la resistenza, nonostante non sia una tipica attività cardiovascolare.

 

 

 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni