Che cosa significa avere il fegato grasso?

ALIMENTAZIONE BENESSERE SALUTE

Pubblicato il: 12/06/2019


fegato grasso dieta

Sintomi e cure della steatosi

La steatosi epatica, comunemente nota come “fegato grasso”, è una condizione caratterizzata dall’accumulo di grassi nelle cellule del fegato. Questa condizione, spesso asintomatica, può provocare infiammazione e persino cirrosi, con danni permanenti all’organo e alla sua funzionalità. Quali sono i sintomi e le cure da adottare? Scoprilo nelle prossime righe!

Che cos’è la steatosi?

La steatosi o “fegato grasso” colpisce le cellule del fegato, nelle quali viene a crearsi un accumulo anomalo di trigliceridi. Si tratta di una condizione che, generalmente, compare tra i 40 e 60 di età anche se sta aumentando l’incidenza tra bambini e giovani, e che negli ultimi venti anni è divenuta la malattia cronica del fegato più frequente nel mondo occidentale. Nella maggior parte dei casi non dà sintomi e non è patologica, però può evolvere in un’infiammazione (steatoepatite) e nella fibrosi, che possono portare allo sviluppo della cirrosi epatica. Il meccanismo che sta alla base del fegato grasso è un’aumentata resistenza da parte dell’organismo all’azione dell’insulina, problema associato allo sviluppo del diabete, obesità, ipertensione arteriosa, malattie cardiovascolari e aterosclerosi.

Fegato grasso: quali sono le cause?

Oltre a una predisposizione genetica, un’alimentazione corretta e uno stile di vita sano possono fare la differenza. Il fegato grasso, infatti, può essere dovuto a diversi fattori:

  • Sovrappeso o obesità.
  • Consumo eccessivo di alcolici.
  • Colesterolo e/o trigliceridi alti.
  • Pressione alta.
  • Mancanza di attività fisica.

I sintomi e le cure del fegato grasso

Il fegato grasso è una condizione generalmente priva di sintomi, ma molto frequente. Si calcola che un italiano su tre ne soffra, anche se in genere il sospetto nasce dopo un’ecografia addominale in cui viene notato il fegato più grande del normale o dopo un esame del sangue in cui vengono rilevate transaminasi superiori alla norma. L’unica terapia per la steatosi epatica non alcolica è la correzione degli stili di vita: la prevenzione è l’arma principale contro il fegato grasso e i rischi di un suo sviluppo. L’ideale è seguire un’alimentazione povera di grassi, alcol e zuccheri e ricca di frutta, verdura, legumi e pesce, com’è la dieta mediterranea. Le raccomandazioni internazionali indicano nel calo di peso e nella regolare attività fisica due importanti strumenti in grado di agire su questa condizione, potenzialmente reversibile.

 

Questo sito prevede l'utilizzo dei cookie. Continuando a navigare si accetta il loro utilizzo. OK Maggiori Informazioni